Volontari e Dipendenti

Definire la figura del soccorritore in modo adeguato non è facile. Si potrebbe cominciare col dire che il soccorritore, volontario o dipendente che sia, è una persona addestrata a prestare assistenza e aiuto a chi si torva in difficoltà. Il corso di formazione lo prepara in modo completo, in modo tale da poter fronteggiare ogni tipo di emergenza sanitaria. La gran parte dei soccorritori sono volontari, operano in associazioni di pubblica assistenza (come Seregno Soccorso), oppure in altre realtà com Croce Rossa o Croce Bianca.

Le doti caratteriali tipiche di colui o colei che svolge attività di assistenza sanitaria sono sicuramente quelle di Umanità, Imparzialità, Neutralità, Sacrificio, Intraprendenza, Voglia di fare, Disponibilità … Ogni soccorritore è consapevole che il suo aiuto può essere fondamentale in alcune situazioni e che può essere di vitale importanza per chi soffre e sta male. Egli ignora e le distinzioni di sesso, razza, religione, politica ecc. aiutando tutti indistintamente. Il soccorritore sa che i sacrifici da compire sono tanti, a volte possono sembrare troppi, ma la sua volontà e l’importanza del suo compito sono sicuramente più importanti.

Il soccorritore, una volta certificato, può svolgere un gran numero di attività. Queste vanno dal servizio di Emergenza/Urgenza vero e proprio, al trasporto di persone disabili e portatrici di Handicap, dall’assistenza ad eventi sportivi allo svolgimento di servizi privati.

Per svolgere l’attività di soccorritore, volontario o dipendente, non sono richiesti titoli di studio o qualifiche particolari; il soccorritore non è un sanitario, bensì un Tecnico di Emergenza Sanitaria. È quindi necessario svolgere un corso di formazione che prevede alcuni esami da superare.

Esistono diverse tipologie di soccorritore, in base alle qualifiche raggiunte e al tipo di servizio che si presta in associazione. Queste sono

 

  • Soccorritore Dipendente

  • Soccorritore Volontario

  • Soccorritore Istruttore

  • Soccorritore Autista

  • Soccorritore in Formazione

  • Centralinista

 

 Attualmente tutti i nostri Soccorritori sono in possesso della Certificazione Regionale di Soccorritore Esecutore con abilitazione all’utilizzo del DAE (Defibrillatore Semi Automatico Esterno)

 

IL SOCIO

 

Chiunque voglia entrare a far parte della nostra Associazione dovrà presentare domanda di ammissione a Socio. Una volta che il Consiglio Direttivo si riunisce procederà alla valutazione della domanda esprimendo il proprio giudizio sull’ammissione. A questo punto il nuovo Socio dovrà sottoporsi a visita medica presso il nostro Direttore Sanitario prima di procedere a svolgere qualsiasi servizio.

Il Socio dovrà versare una quota sociale stabilita dall’Assemblea dei Soci e dovrà rispettare tutte le regole contenute nello Statuto e nei Regolamenti Interni.

 

IL SOCCORRITORE DIPENDENTE E IL SOCCORRITORE VOLONTARIO

 

Al momento presso la nostra associazione sono presenti 12 Soccorritori Dipendenti tutti formati come soccorritori esecutori BLSD e 180 Soccorritori Volontari che si occupano di diverse mansioni a seconda del grado di formazione.

 

IL SOCCORRITORE ISTRUTTORE

 

L’istruttore è un soccorritore che ha il compito di formare i nuovi aspiranti volontari (allievi) al soccorso  di base tenendo conto dei protocolli che si aggiornano periodicamente e delle abilità tecniche e pratiche di ogni allievo.

 

IL SOCCORRITORE AUTISTA

 

Ci sono due categorie di autisti:

  • Autista di Emergenza

  • Autista dei servizi secondari

L’autista di emergenza è un soccorritore esecutore che dopo 3 anni di patente e 2 di socio presso l’associazione effettua un corso e degli esami teorici e pratici per poter guidare l’ambulanza e trasportare in sicurezza equipaggio e pazienti.

L’autista dei servizi secondari è un soccorritore (può avere anche le 40 ore) che dopo aver effettuato un breve corso e macinato km alla guida di ambulanze NON in emergenza, si occupa del trasporto di tutti quei pazienti che richiedono l’utilizzo di un’ambulanza per diversi trasporti senza le condizioni di emergenza presenti invece sui mezzi 118.

 

IL SOCCORRITORE IN FORMAZIONE

 

Si tratta del volontario che ha superato il primo corso interno con relativo esame.

Il corso ha una durata di 40 ore e si conclude con un test di tipo teorico e pratico.

Il volontario “allievo” è capace di eseguire una corretta rianimazione cardio-polmonare e conosce tecniche e strumentazioni necessarie per poter prestare servizio su un’ambulanza.

Durante i soccorso in emergenza-urgenza, gli allievi, possono ricoprire il ruolo di quarto soccorritore sotto la supervisione del capo equipaggio. Questa esperienza è altamente formativa e consente ai nuovi soccorritori di approcciarsi alle diverse situazioni che potranno incontrare nella loro esperienza come volontari e nella vita di tutti i giorni. 

 

IL CENTRALINISTA

 

Il centralino è il cuore pulsante della nostra associazione, è qui infatti che arriva non solo la chiamata ai mezzi di soccorso ma anche quelle dai privati e dai vari ospedali. Il centralinista, anche se non sempre è un soccorritore esecutore formato, è quindi una figura importantissima.