AREU e l’Emergenza Sanitaria

logo-areu

112

Areu è un’Azienda regionale attivata il 2 aprile 2008 (delibera n° VIII/6994 della Giunta regionale) con il compito di promuovere l’evoluzione del sistema di emergenza e urgenza sanitaria  (SSUEm 118) sviluppando l’integrazione a rete dell’assistenza intra ed extraospedaliera e fornendo valore aggiunto alla gestione delle patologie acute e complesse (infarto del miocardio, ictus, trauma cranico,…). La sua mission è quella di garantire, implementare e rendere omogeneo, nel territorio della Regione, il soccorso sanitario di emergenza urgenza, anche in caso di maxiemergenze; ha inoltre il compito di coordinare il trasporto di persone, organi e tessuti, le attività trasfusionali, di scambio e compensazione di sangue ed emocomponenti.

 

L’AREU e le associazioni di volontariato

 

Il 3° settore è, da sempre parte attiva del Sistema di Emergenza urgenza regionale e nel settore della donazione di sangue, organi e tessuti. Nell’area del soccorso e trasporto sanitario le articolazioni regionali ANPAS Lombardia, Croce Bianca, Croce Rossa Italiana, insieme ad altre numerose realtà appartehqdefaultnenti al mondo del volontariato, contribuiscono ad affinare percorsi gestionali, amministrativi e formativi a valenza regionale; a garantire modalità di collaborazione nei settori di intervento in contesti attinenti l’attività di soccorso e assistenza territoriale (gestione degli eventi sportivi, manifestazioni, attività di soccorso in aree cantieristiche ecc) a garantire adeguati livelli qualitativi sia nelle attività di urgenza emergenza quotidiana che in occasione delle maxiemergenze nazionali e internazianali.
 
Nel settore della donazione di organi, le Associazioni concorrono, insieme con i Dipartimenti ospedalieri, al duplice obiettivo di perseguire l’autosufficienza di sangue, emocomponenti ed emoderivati all’interno della Regione e di contribuire all’autosufficienza nazionale e alla cooperazione internazionale.maxresdefault
 
Svolgono inoltre un’intensa attività divulgativa e didattica sui temi della donazione di sangue ed emocomponenti proprio in considerazione del fatto che tali Associazioni sono interlocutori attivi e propositivi nell’ambito dell’emergenza urgenza e della donazione di sangue, all’interno dell’AREU è prevista la costituzione della Consulta delle Associazioni di Volontariato del soccorso e della Consulta delle Associazioni di Volontariato del Sangue, organi consultivi della Direzione aziendale in cui sono rappresentati gli organismi del volontariato.
 

Consulta del soccorso
 

Le articolazioni regionali di ANPAS Lombardia, FAPS – Croce Bianca Milano, Croce Rossa Italiana – Lombardia, Federazioni Volontari Soccorso Onlus Brescia e Soccorso Azzurro SCS Onlus  sono interlocutrici attive delle Articolazioni Territoriali aziendali del SSUEm 118 e garantiscono la copertura di circa il 95% degli interventi svolti sul territorio dai mezzi di soccorso sanitario.

Come riconoscimento del ruolo importante che svolgono nell’ambito dell’emergenza urgenza, all’interno dell’AREU è stato costituito un organismo consultivo della Direzione in cui sono rappresentati gli organismi di volontariato. La costituzione di tale organo è stata prevista dalla Delibera di Consiglio Regionale del 4 dicembre 2007 (n VIII/471) che impegna la Giunta “affinché l’AREU si avvalga, sulla base del principio di sussidiarietà e per l’esercizio delle attività che le sono proprie in tema di soccorso e di trasporto sanitario , delle organizzazioni di volontariato e delle cooperative sociali presenti sul territorio lombardo, attraverso i loro organismi associativi regionali; e che venga previsto nella struttura dell’AREU un organo consultivo della Direzione, in cui siano rappresentate le organizzazioni di volontariato regionali più rappresentative”.

Il servizio 118 

 

 

Il 118 (Servizio Sanitario di Urgenza ed Emergenza Medica – SSUEm 118 o più semplicemente Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica – SUE118-areu-509541-610x431M 118) è il numero telefonico attivo in Italia per la richiesta di soccorso medico per emergenza sanitaria. È un numero unico nazionale, attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette, gratuito su tutto il territorio, sia da telefoni fissi che mobili.

È stato istituito con il Decreto del Presidente della Repubblica n. 467600 del 27 marzo 1992 (Atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza).

Il numero svolge il compito di unico referente nazionale per le emergenze sanitarie di ogni tipo. La gestione e l’organizzazione del servizio possono essere di competenza regionale (in forma di agenzia regionale autonoma), provinciale oppure deputati alle singole Aziende Sanitarie Locali.

 

La SOREU Metropolitana

 

Dal 28 Maggio 2013 è nata la SOREU (Sala Operativa Regionale Emergenza Urgenza) Metropolitana sita a Milano presso l’Osecopedale Ca’ Granda Niguarda.

Tutta la gestione degli interventi di soccorso è ora affidata a questa nuova sala operativa che gestisce il territorio del Comune di Milano e provincia ed il Comune di Monza e provincia.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito del 118 di Milano cliccando qui

I codici di priorità

 

Ogni richiesta è trattata secondo uno schema di codici di priorità, con la tecnica del Triage. L’evasione delle richieste non segue l’ordine cronologico delle telefonate, ma dà maggiore urgenza alle chiamate dove il rischio per l’interessato è maggiore.

Ad ogni grado di priorità è assegnato un colore:

  • Codice Verde: è il codice di priorità minore, e viene usato nel caso in cui non siano compromesse le funzioni vitali del paziente. Tipici codici verdi sono piccole lesioni, dolori o patologie in cui il paziente è comunque stabile.

  • Codice Giallo: in caso la condizione del soggetto sia a rischio, ed il paziente non sia quindi stabile. Una forte dispnea ovvero difficoltà respiratoria, emorragie, ustioni di secondo grado non troppo estese o sospette lesioni ad organi interni sono solitamente codici gialli.

  • Codice Rosso: indica la massima urgenza. Il paziente ha una o più funzioni vitali compromesse, quindi è incosciente, o in arresto respiratorio o cardiocircolatorio. 

 

Tutti questi codici sono sia di uscita che di rientro, ovvero possono essere dati dalla centrale all’ambulanza che deve effettuare l’intervento, sia dall’ambulanza alla centrale una volta visitato il paziente.